Italgas lancia Bond da 500 milioni di euro fino al 2029.

La nuova operazione ha fatto registrare una domanda pari a 2,6 volte l’offerta. Italgas ha lanciato con successo un nuovo Bond da 500 milioni, che scadrà al 2029. In attuazione del Programma Emtn (Euro medium term notes) deliberato dal consiglio di amministrazione del 18 ottobre 2016, l’emissione obbligazionaria, rappresenta l’emissione con la scadenza più’ lunga tra quelle realizzate fino ad oggi da parte di Italgas, nonché la più lunga emissione in euro da parte di un emittente italiano nel corso

Tap, opera completa al 50%. Ma l’Italia rallenta

Alla base della sua realizzazione c’è la necessità di diversificare gli approvvigionamenti e di avere una fonte a basse emissioni di Co2 come “ponte” verso le rinnovabili. Le proteste? Gli ulivi espiantati per i lavori torneranno al loro posto e l’azienda adempirà alle prescrizioni per tutelare la salute e la sicurezza dei cittadini Il gasdotto Tap è a più del 50 per cento della sua realizzazione, a quasi 16 mesi dall’inizio della costruzione. Lo ha comunicato qualche giorno fa la

Energia: i maggiori produttori e i maggiori consumatori al mondo. Infografica

Stati Uniti e Cina ricoprono un ruolo chiave nel settore energia, oltre ad essere i primi consumatori sono anche (spesso) i primi produttori. Infografica  L’energia è il motore del mondo. Eolica, fotovoltaica, da gas o da petrolio. Pulita o meno pulita. Fossile o rinnovabile. La “scoperta” dell’energia ha modificato la vita e le abitudini delle popolazioni, ha stravolto l’organizzazione della società in tutti i suoi aspetti, generando una serie di mutamenti che hanno trasformato la qualità e gli stili di vita umani.

Galletti: la geotermia grandissima opportunità per l’Italia

Nastri di partenza per il il Global Geothermal Alliance, la più grande conferenza dedicata allo sviluppo della geotermia “La geotermia è una grandissima opportunità”. Così il ministro dell’Ambiente Gianluca Galletti, in apertura del convegno dell’Alleanza Globale Geotermica, che si sta svolgendo a Firenze a Palazzo Vecchio nel Salone dei Cinquecento. La due giorni fiorentina ha come focus principale infatti lo sviluppo dell’energia geotermica nel mondo. Nata nel 2015 sotto il cappello dell’Onu, la Global Geothermal Alliance, è la più grande

L’Italia si dota dei contatori intelligenti

In pochi mesi installati 1.000.000 di contatori intelligenti. Gli italiani potranno migliorare la consapevolezza dei propri consumi e avere accesso a nuovi servizi   I contatori intelligenti entrano nelle nostre case, per facilitarci la vita (o almeno si spera). E-Distribuzione, società che fa capo ad Enel, ha installato più di 1.000.000 di “Open Meter”, ovvero di contatori elettronici 2.0, in pochi mesi. Il programma di installazione è entrato nel vivo nel giugno scorso e procede con un ritmo di 7.000

Uragano Irma, 5,8 milioni di utenze senza elettricità

Resta chiuso l’aeroporto di Miami ma l’uragano Irma sta perdendo intensità e dovrebbe diventare tempesta tropicale nelle prossime ore Usa alle prese con gli Uragani e con i loro danni. Questa è la volta di Irma, che dopo aver cambiato la forma dell’oceano, risucchiando il mare e lasciando secche alcune spiagge, ha spento la luce a Miami. Attualmente, è stato declassato a categoria 1 con venti fino a un massimo di 136 chilometri e presto dovrebbe diventare tempesta tropicale. Si

Norvegia: dire addio al petrolio significa rinunciare a 50 miliardi di euro

Sotto l’arcipelago delle Lofoten, in Norvegia, potrebbe esserci più di un miliardo di barili di petrolio, ma il divieto di perforazioni petrolifere non sarà rimosso. Al di là di come andranno le prossime elezioni dell’11 settembre in Norvegia, il divieto di fare perforazioni petrolifere nell’arcipelago delle Lofoten, non sarà rimosso: 1,3 miliardi di barili di petrolio, per un valore di più di 50 miliardi di euro, saranno lasciati sotto le acque del Mar Glaciale Artico. A dare la notizia è stato

Le bollette delle imprese italiane? Le più care di tutta Europa.

A dare l’ennesima conferma dei costi degli alti  costi delle bollette energetiche per le piccole imprese è il centro studi Cna che ha pubblicato l’Osservatorio Energia 2017 Micro e piccole imprese sono quelle che soffrono di più, anche in tema di bollette. Secondo l’Osservatorio energia 2017 del centro studi della Cna, infatti, la bolletta delle piccole imprese italiane costa quasi il 50% in più rispetto all’Europa. Il prezzo pagato dalle grandi, invece è superiore di quasi 36 punti percentuali alla

Enea e Università di Bologna insieme per lo sviluppo sostenibile

Un nuovo accordo di collaborazione tra l’Ateneo e l’Ente pubblico, che avrà come focus la ricerca nell’ambito della sostenibilità energetica e ambientale. Cambiamenti climatici, qualità dell`aria, recupero e rigenerazione urbana, salvaguardia del patrimonio artistico e ambientale, fonti rinnovabili, efficienza energetica, biotecnologie industriali e chimica sostenibile, sono questi i temi principali che verranno sviluppati grazie alla partnership tra le due istituzioni protagoniste nel campo della ricerca scientifica e tecnologica italiana. Il Rettore dell’Università di Bologna, Francesco Ubertini e Federico Testa, presidente Enea, hanno

Mosca e Corea del Sud in trattativa sul gas

In ballo ci sono 12 miliardi di metri cubi di gas   Corea del Sud e Russia sono in trattative per le forniture di gas. La fornitura ammonterebbe a 12 miliardi di metri cubi l’anno. A darne conferma il ministro dell’energia russo Alexander Novak, specificando che si tratterebbe solo di una iniziale fase di discussione “Stiamo discutendo con i nostri colleghi: siamo solo alla fase di discussione, valutando i costi, il volume degli investimenti”. A margine del Forum economico di

Germania prima della classe su rinnovabili? Per ora vince il carbone

Il capo della più grande associazione tedesca del settore energetico, la Bdew Stefan Kapferer ha indicato proprio nel gas fonte la spina dorsale della transizione energetica verso un futuro fatto di rinnovabili Più di 60 milioni di tedeschi andranno al voto il prossimo 24 settembre per decidere il nuovo governo del paese. Una delle partite più importanti su cui dovranno cimentarsi la Cdu del cancelliere Angela Merkel e i suoi avversari politici riguarda la strategia energetica e climatica della Germania.

Efficienza energetica: è la Lombardia la prima regione d’Italia

Avvenia ha stilato la classifica delle regione più virtuose per efficienza energetica: Lazio al secondo posto, seguono Toscana e Campania. A fotografare lo stato dell’arte delle regioni energicamente più virtuose in Italia ci ha pensato Avvenia, società attiva nella white economy ed efficientamento energetico, player nell’ambito della sostenibilita’ ambientale. Dopo aver preso in esame tutti i progetti portati avanti durante il 2017, è stata stilata la nuova graduatoria che vede la Lombardia al primo posto seguita da Lazio e Toscana.

UE: 2030, chiesti obiettivi più ambiziosi sulle fonti rinnovabili

L’ue dovrebbe essere più ambiziosa sul fonte rinnovabili. Il presidente di Itre, José Blanco López, chiede che si arrivi almeno al 35%   L’Europarlamento chiede obiettivi più ambiziosi in merito alla direttiva presentata lo scorso novembre sulle fonti rinnovabili. José Blanco López, presidente della Commissione Industria, Ricerca ed Energia (Itre) dell’Europarlamento ha dichiarato che “almeno un 35% di quota da rinnovabili al 2030 può essere un buon compromesso”. Sulla base della direttiva sull’efficienza energetica il Consiglio europeo ha appoggiato un obiettivo

Progetto Nord Stream-2: l’UE chiama la Russia a colloquio

Il ministro russo dell’Energia, Alexander Novak, dovrà spiegare all’UE il progetto Nord Stream-2 Il vicepresidente della Commissione dell’UE per l’Energia Maros Sefcovic ha dichiarato che sta cercando un incontro con la Russia in merito al progetto del gasdotto che si estenderà sul fondale del mar Baltico fino alla Germania. La commissione europea ha chiesto che la Russia risponda in merito al progetto. Per il vicepresidente della commissione europea un incontro è fondamentale “La nostra posizione sul Nord Stream 2 e’

Engie: la Francia vende il 4,5% del gruppo energetico

Con la cessione della quota, il governo francese ha avviato la vendita delle società partecipate Era già stato annunciato quest’estate, la Francia ha iniziato il suo piano di vendita delle quote societarie delle partecipate, finalizzato ad incrementare il fondo di 10 miliardi di euro destinato all’innovazione. Con la vendita del capitale Engie, che ha riguardato 111 milioni di azioni, sono entrati 1,53miliardi di euro. “Questa vendita di azioni è stata condotta in ottime condizioni per gli interessi patrimoniali dello Stato