Energie del futuro

Nel 2018 Pechino al top dei consumi mondiali di gas

La Cina è pronta a mettere la freccia e superare l’attuale primato del Giappone. Il giro di vite contro l’inquinamento ha provocato una vera e propria corsa al gas: tra il 2018 e il 2022 sarà sempre il paese asiatico a guidare la corsa alla realizzazione dei maggiori gasdotti a livello mondiale Il giro di vite di Pechino contro l’inquinamento ha messo la Cina sulla buona strada per superare il Giappone, già a partire quest’anno, come il più grande importatore

Read More...

Territori

Isis blocca il gas: Libia costretta a bruciare petrolio per avere energia

Nel 2007 era stata elaborata una strategia per il gas che comprendeva l’estensione della rete nazionale ma la maggior parte dei progetti infrastrutturali è in stand by a causa della minaccia dello Stato islamico che scoraggia gli investitori   Libia sempre più dipendente dal petrolio per risolvere i problemi di carenza di energia elettrica. Il paese avrebbe di fatto abbandonato la possibilità di approvvigionarsi di gas a causa della presenza dello Stato islamico che di fatto sta frenando lo sviluppo

Read More...

Energie del futuro

Norvegia “ignorata” dalle Big Oil del petrolio

Per il settore gas il 2017 della Norvegia verrà ricordato invece come un anno record con un +7% rispetto all’anno precedente. Il secondo maggiore fornitore di gas in Europa dopo la Russia ha esportato 116 miliardi di metri cubi verso i terminali di Gran Bretagna, Germania, Francia e Belgio.   A rischio il ruolo da protagonista della Norvegia come maggior produttore petrolifero dell’Europa occidentale e terzo principale esportatore a livello mondiale. Oslo si sta rendendo conto, infatti, che in futuro

Read More...

Scenari

Gas: Mosca vuole mantenere il dominio in Europa, ma Washington preme

La guerra tra le due superpotenze si gioca sul binomio gas-Gnl. Putin ha ordinato a Gazprom una vera e propria guerra dei prezzi mentre gli Usa si candidano a entrare nella top 3 dei maggiori produttori mondiali La Russia sta lavorando per mantenere il più possibile, anche nel 2018, le esportazioni di gas naturale verso l’Europa ai livelli record di quest’anno. Il colosso energetico russo Gazprom PJSC, che si occupa delle forniture verso il Vecchio Continente, ha chiuso il 2017

Read More...

Scenari

L’Egitto si candida ad hub del gas del Mediterraneo

Secondo gli analisti il modo più economico per i vicini di spedire le loro forniture di gas all’estero è quello di utilizzare gli impianti egiziani anche se a complicare le operazioni intervengono problemi logistici, vincoli finanziari e il quadro politico instabile nella regione Due anni e mezzo fa, quando gli analisti chiedevano a Eni quale sarebbe stato il tempo necessario per cominciare a produrre gas dal gigantesco campo di Zohr al largo dell’Egitto, si ipotizzava una data compresa tra il

Read More...

Scenari

Tanap sarà un nuovo ponte energetico tra Europa e Medio Oriente

Il 96% dei lavori per consentire il trasporto del gas azero in Turchia è stato realizzato. Per quanto riguarda il collegamento con l’Europa i lavori sono terminati per il 73%   Il 2018 sarà un anno decisivo per il Tanap, il Trans-Anatolian Natural Gas Pipeline che porterà il gas dell’Azerbaigian in Turchia e in Europa, il cui completamento realizzerà la creazione di un vero e proprio ponte energetico tra i due continenti. Si tratta senza dubbio di un’infrastruttura importante, perché

Read More...

Scenari

Gnl, le ambizioni russe non sono più un sogno

Il progetto Yamal Lng di Novatek rappresenta un vero e proprio spartiacque per l’industria degli idrocarburi del paese facendolo rientrare nella partita del Gas naturale liquefatto dominata da Usa, Qatar e Austrialia   Il primo via libera a un carico di Gas naturale liquefatto (Gnl) prodotto dallo stabilimento Yamal Lng di Novatek in Siberia è arrivato nei primi giorni del mese di dicembre. Il numero uno dell’azienda privata russa Leonid Mikhelson, raccontano le cronache, ha provato un moto di orgoglio

Read More...