Scenari

Israele riduce del 40% la produzione di Leviathan per un guasto

La produzione di Leviathan potrà aumentare di nuovo solo dopo che tutti i test necessari saranno stati completati con successo, ha precisato il ministero.

Read More...

Territori

Al via produzione del giacimento gas di Leviathan

Leviathan è il maggior giacimento a gas israeliano ed è controllato da Noble Energy, Delek Drilling e Ratio Oil

Read More...

Territori

Gas: Leviathan inizierà a produrre il 23 dicembre

Il ministro dell’energia israeliano Yuval Steinitz ha firmato all’inizio di questa settimana i permessi necessari per l’esportazione di gas naturale da Israele all’Egitto

Read More...

Territori

Nuova importante scoperta a gas nel Mediterraneo Orientale

La compagnia greca Energean ha annunciato la scoperto di riserve tra i 28 e i 42 miliardi di metri cubi di gas nel giacimento di israeliano, Karish North.

Read More...

Scenari

Israele: problemi in vista per l’export di gas in Egitto

Sta per partire, intanto, una seconda asta per 19 blocchi esplorativi nel Mediterraneo a favore di aziende petrolifere e del gas straniere L’esportazione di gas da Israele all’Egitto potrebbe incontrare una serie di difficoltà maggiori di quelle che si sarebbe potuto pensare all’inizio. La rete nazionale israeliana, infatti, non avrebbe la capacità necessaria per far fronte al flusso di gas che le aziende che gestiscono i giacimenti di Tamar e Leviathan si sono impegnate a vendere in Egitto. Si tratta

Read More...

Territori

Israele fiduciosa su nuove aste per il gas offshore

Il ministro dell’Energia Yuval Steinitz ha espresso ottimismo sulle prospettive di export ma nel frattempo il paese è indietro con le quote previste e le grandi scoperte egiziane minano le certezze C’è fiducia in Israele sul fatto che la seconda asta per vendere i diritti per sviluppare nuovi campi di gas naturale offshore abbia più successo rispetto a quanto accaduto con la prima tranche. Alcuni paesi arabi hanno dimostrato, infatti, maggiori aperture alle importazioni di combustibile secondo quanto riferito dal

Read More...

Scenari

Mediterraneo orientale crocevia del gas tra sogni e tensioni

Netanyahu parla con i leader greci e ciprioti per le forniture all’Europa. L’Egitto è sempre più hub del gas. Ma alla Turchia non piace l’isolamento e mostra i muscoli Le importanti scoperte di giacimenti di gas sotto il Mediterraneo orientale hanno illuso per anni sulla possibilità di inaugurare un’era di pace e prosperità in una regione travagliata da una continua instabilità politica. Tuttavia, una serie di recenti accordi e ritrovamenti di idrocarburi nell’area, hanno rivelato profonde linee di frattura a

Read More...

Scenari

Quanto investiranno i greci in Israele per il gas di Karish e Tanin

Energean sempre più presente nell’offshore israeliano, in concorrenza con Delek Group e Noble Energy che controllano Leviathan e Tamar L’azienda greca di energia Energean investirà 1,6 miliardi di dollari per lo sviluppo dei giacimenti di gas israeliani di Karish e Tanin. Lo ha comunicato la stessa società alla Borsa di Londra. La fornitura di gas dai giacimenti offshore israeliani dovrebbe iniziare all’inizio del 2021. Lo sviluppo di Karish include il posizionamento di un gasdotto per collegarlo al sistema di trasporto

Read More...

Scenari

Ecco le vere ragioni dell’accordo tra Egitto ed Israele sul gas

Motivi economici, religiosi ma anche di opportunità hanno sancito un’intesa che sembrava impossibile fino a qualche tempo fa La scoperta del gigantesco giacimento di gas egiziano di Zohr nell’agosto 2015 era stata annunciata come la soluzione ai problemi energetici del paese. Eppure, nonostante abbia già cominciato la produzione di gas, di recente l’Egitto ha siglato un accodo per importare gas naturale dal suo ex nemico Israele. La Dolphinus Holdings, una società privata egiziana, ha firmato il 19 febbraio un’intesa con

Read More...

Scenari

Ecco cosa succede nei giacimenti di gas del Mediterraneo Orientale

Israele aspetta di realizzare un collegamento verso l’Europa ma è alle prese con una serie di diatribe con Cipro sullo sfruttamento delle riserve offshore Il Mediterraneo Orientale si conferma un’area di grandi opportunità per le risorse energetiche e per forniture all’Europa ma anche una fonte di potenziali controversie. Se da un lato Israele è in attesa di una decisione per realizzare il gasdotto che dovrebbe collegare i giacimenti al Vecchio Continente, dall’altro si profila l’inizio di una diatriba con la

Read More...

Energie del futuro

Ecco come le aziende presenti a Tamar e Leviathan intendono fornire gas all’Egitto

Le aziende stanno valutando diverse opzioni per adempiere al contratto con  la società egiziana Dolphinus Holdings

Read More...

Scenari

Perché il Mediterraneo Orientale è l’ago della bilancia della politica energetica Ue

Come mai l’Europa è ai margini del grande risiko del gas stretta tra la morsa russa e dei paesi emergenti della sponda est del Mare Nostrum I giacimenti di gas del Mediterraneo orientale si candidano a essere sempre più ago della bilancia della politica energetica europea. A scapito della Russia e della sua eccessiva predominanza nelle forniture al Vecchio Continente. L’ultimo paese che sta cercando di allentare la morsa da Mosca è la Bulgaria. Il ministro bulgaro dell’Energia Temenuzhka Petkova

Read More...

Territori

Gas, chi ha firmato l’accordo per i giacimenti di Tamar e Leviathan

La Israel Chemicals Ltd ha firmato due accordi con Noble Energy e la israeliana Delek Group per la fornitura di gas in attesa che diventino operativi i giacimenti di Karish e Tanin. Tutti i dettagli nell’articolo di Energia Oltre

Read More...

Territori

Perché con la nave Eni bloccata dalla Turchia si rischia una crisi diplomatica su Saipem 12000

A cosa mira la Turchia e qual è la posizione dell’Europa nei confronti del piano di Ankara di diventare il nuovo hub del gas del Mediterraneo

Read More...

Energie del futuro

La Israel Natural Gas Lines potrebbe partecipare a costruzione gasdotto verso l’Italia

Il piano prevede che il gasdotto trasporti combustibile da Israele all’Italia attraverso Cipro e la Grecia entro il 2025 “Si sta valutando la possibilità di far partecipare la Israel Natural Gas Lines Company alla costruzione di un gasdotto per l’esportazione del gas in Europa”. È quanto ha dichiarato il ministro delle infrastrutture, dell’energia e delle risorse idriche israeliane Yuval Steinitz, durante la direzione e il consiglio di amministrazione della società, guidato dal presidente Eitan Padan. “Il progetto di esportazione del

Read More...