Energie del futuro

Gas, è stato di emergenza. Calenda: inaccettabile bloccare Tap

A causa di un incidente al terminal del gas di Baumgarten, nell’Austria orientale, sono stati interrotti i flussi di gas dalla Russia verso l’Italia. Scatta lo stato di emergenza    Un’esplosione è avvenuta questa mattina al terminal del gas di Baumgarten, nell’Austria orientale. Una persona sarebbe morta, altre 18 (secondo i soccorsi) rimaste ferite. Alcune indiscrezioni, riportare da quotidiano austriaco der Standard, invece, parlerebbero di una sessantina di feriti. L’hub di Baumgarten, dove si è verificata l’esplosione, è il maggiore hub di gas dell’Austria, situato vicino

Read More...

Energie del futuro

Blockchain: l’anello mancante negli investimenti in efficienza energetica

L’efficienza energetica può rappresentare la metà della soluzione per limitare l’aumento delle temperature globali a 2 gradi. Sebbene sia economicamente vantaggiosa, la sua diffusione è ancora ostacolata da diversi fattori Ogni anno vengono spesi qualcosa come 272,8 miliardi di dollari in investimenti riguardanti l’efficienza energetica. Ma secondo i calcoli degli esperti, sfruttare appieno il potenziale di questo settore richiede l’utilizzo di somme maggiori di almeno quattro volte. E il gap ha come conseguenza quella di rallentare la transizione energetica. Pochi

Read More...

Energie del futuro

Russia: in funzione l’impianto GNL su penisola Jamal

È entrato in servizio venerdì l’impianto di produzione di gas liquefatto sulla penisola di Jamal, 2.500 km a est di Mosca, a nord del Circolo Polare Artico; da qui saranno immesse sul mercato globale 5,5 milioni di tonnellate di GNL all’anno   Centinaia di lavoratori hanno fatto il giro nel porto di Sabetta per anni, volando con elicotteri dalla terraferma, sperando che la natura aspra gli permettesse di atterrare. Ora hanno finalmente completato il loro lavoro: il progetto di gas

Read More...

Energie del futuro

Eurelectric: prima del 2050 elettricità Ue “carbon-neutral”

Ma serve il sostegno della politica per prezzi dell’elettricità più competitivi in tutta Europa, per accelerare l’elettrificazione attraverso regolamenti intelligenti, promuovere la digitalizzazione, un mercato pienamente integrato e una transizione equa   Accelerare la transizione energetica verso una progressiva elettrificazione dei consumi energetici, rendendo il settore carbon-neutral “ben prima della metà del secolo”. È il cambio di rotta annunciato da Eurelectric, l’associazione di settore che rappresenta gli interessi comuni dell’industria dell’energia europea, nella “Vision Declaration” al 2050. Un futuro decarbonizzato

Read More...

Energie del futuro

Quale Mercato Elettrico? Il libro di G.B. Zorzoli

Presentato il libro della Collana Quaderni AIEE “Quale mercato elettrico?” di G.B. Zorzoli: in Italia importanti limiti   Si è tenuta all’Auditorio GSE la presentazione del libro “Quale mercato elettrico?” di G.B. Zorzoli, Collana Quaderni AIEE, una produzione che descrive e racconta il processo di liberalizzazione del mercato elettrico ripercorrendo la storia alla luce degli sviluppi tecnologici, normativi e organizzativi, passando attraverso l’analisi della contraddizione tra un mercato concepito per una produzione elettrica centralizzata e la crescita della generazione distribuita arrivando fino

Read More...

Energie del futuro

Gasdotto East Med, siglato Memorandum of Understanding

Italia, Cipro, Grecia e Israele hanno siglato un Memorandum of Understanding per la costruzione del gasdotto del Mediterraneo noto come East Med   Un Memorandum of Understanding tra Italia, Cipro, Grecia e Israele, per la costruzione del gasdotto del Mediterraneo noto come East Med, che partirà dal nuovo giacimento nel bacino Levantino verso l’Europa. Il progetto – che segue la firma della dichiarazione congiunta del lancio del gasdotto East-Med del 3 aprile scorso a Tel Aviv – consiste nella realizzazione di 2

Read More...

Energie del futuro

MED, Descalzi: bisogna colmare gap tra Nord e Sud Mediterraneo

L’intervento di Descalzi al Rome Med 2017 descrive la situazione di gap tra nord e sud del Mediterraneo   Claudio Descalzi, Amministratore Delegato di Eni, è intervenuto al Rome Med 2017 – il meeting globale per un dialogo di alto livello sul Mediterraneo, con l’obiettivo di ripensare gli approcci tradizionali e disegnare una nuova “agenda positiva”- parlando del gap tra l’area nord e sud del Mediterraneo. A detta sua, questo gap è cresciuto negli ultimi anni, supportato anche dalla crisi e

Read More...